menu +

News ed eventi recenti


logo.jpgValle dell’Acate: unica cantina della provincia di Ragusa ad aderire a Cantine Aperte.

Domenica sarà possibile partecipare a laboratori enogastronomici, attività e visite guidate all’interno dell’azienda. Sarà inoltre disponibile anche il cofanetto celebrativo realizzato in occasione del 25° anniversario della manifestazione.

Read more…

Valle dell'AcateValle dell’Acate: unica cantina della provincia di Ragusa ad aderire a Cantine Aperte.

Sabato e domenica sarà possibile partecipare a laboratori enogastronomici, attività e visite guidate all’interno dell’azienda. Sarà inoltre disponibile anche il cofanetto celebrativo realizzato in occasione del 25° anniversario della manifestazione.

Read more…

Rotocalco n. 19
Per mestiere o per divertimento, cresce il popolo degli enoturisti: fra visite in cantina e degustazioni, il settore contribuisce all’economia del territorio.

Guarda l’intervista a Gaetana Jacono al minuto 2’40”.

Sicilia en primeur si tinge di green.

La puntata_8 maggio 2017.

Guarda l’intervista a Gaetana Jacono al minuto 1’32”.

di Paolo Valente

Sono le colline della valle del fiume Dirillo (anticamente chiamato Achates) che fanno da sfondo al Feudo Bidini dove sorge Valle dell’Acate, la cantina fondata nel XIX secolo da Giuseppe Jacono. Siamo a pochi chilometri da Vittoria, in provincia di Ragusa, cittadina che all’epoca della fondazione dell’azienda era un importante porto per l’esportazione del vino destinato al mercato francese.
Gaetana Jacono è oggi la responsabile di Valle dell’Acate, tenuta che segue con il padre Giuseppe, i fratelli Antonio e Maria Gabriella e la famiglia Ferreri, Ottavio e Francesco, quest’ultimo da poco nominato Presidente di Assovini Sicilia.
Gaetana, sesta generazione di vignaioli, conduce l’azienda e la produzione di vini con mano ferma ma sempre fedele al suo motto: ”Vale più l’eleganza che la potenza, anche nel vino”.
È supportata dalla consulenza di Carlo Casavecchia, un enologo piemontese trapiantato in Sicilia. Con lui condivide la scelta di produrre vini eleganti giocati sulla finezza piuttosto che sulla potenza.
Sempre fortemente radicata al territorio, negli ultimi decenni l’azienda si è ancor di più concentrata sui vitigni autoctoni siciliani e in particolare sulla produzione di Cerasuolo di Vittoria.
Read more…

valle dell'acateVivo divisa tra Milano, dove abito con mio marito, milanese doc, e la Sicilia, dove sono nata e ha sede la mia azienda Valle dell’Acate, nel ragusano. E poi c’è il resto del mondo dove viaggio per far conoscere i nostri vini e la nostra cultura.
La mia doppia anima influenza il mio stile di vita e ogni mia scelta.

Ritorno a Milano per la Vendemmia di via Monte Napoleone mentre la vendemmia in Sicilia è ancora in corso.
Prevediamo un’annata di ottima qualità, con quantità ridotte.

Quest’anno l’invito alla Vendemmia è duplice: da Venini, nella nuova sede rinnovata, di via Monte Napoleone 10 (ang. via Sant’Andrea) dove abbiamo messo in vetrina “7 terre per 7 vini” e degusteremo il Cerasuolo di Vittoria DOCG e Zagra Grillo Sicilia DOC.
Accanto ai nostri vini, i dolci e i salati della storica pasticceria ragusana Giovanni Di Pasquale che in questo modo festeggia la riapertura.

Insolia e Nero d’Avola di Tenuta Ibidini saranno invece in degustazione da Mari dove Paola d’Arcano per l’occasione espone la sua nuova collezione di scarpe.

Valle dell'AcateLa massima espressione del mio territorio, è il Cerasuolo di Vittoria Docg.
Il Cerasuolo è il frutto del matrimonio riuscito tra l’elegante Nero d’Avola e il fragrante Frappato.
È certamente un vino che permette abbinamenti riusciti anche con cucine di paesi molto lontani (si abbina perfettamente a piatti speziati) che incarna un modo di bere contemporaneo, più fresco, meno concentrato, che va a braccetto con il cibo, senza sovrastarlo mai.
Se dico vino penso a cucina, a convivialità e, subito dopo, a cultura. Penso a un bicchiere di Cerasuolo di Vittoria che unisce persone che, sedute piacevolmente a un tavolo, si scambiano opinioni, raccontano storie, tra bicchieri di vino che creano un legame invisibile tra di loro.
Il vino porta con sé un messaggio di cultura che racconta la storia di un luogo, che riporta a un tempo che precede quella specifica bottiglia. La bottiglia è un tramite, un collante capace di avvicinare culture diverse, di farle incontrare, conoscere e compenetrare.
In questo modo interpreto il mio essere Brand Ambassador del Cerasuolo di Vittoria DOCG e del territorio ragusano, in Italia e nel mondo.

Gaetana Jacono

Read more…

torna su