menu +

News ed eventi recenti


Scorzette di arance candite.jpgE questa volta per finire il pasto, niente di meglio che le mie scorzette d’arance candite (bio, le mie in questo caso) alle quali ho abbinato Il Moro Limited Edition 2015; è un vino che nasce da una vendemmia tardiva delle uve di Nero d’Avola e solo in alcune vendemmie scelte e per questo in Edizione Limitata. È secco, ma vellutato e caldo, con note di cacao amaro e spezie e si fonde in bocca con la morbidezza delle scorze d’arancio che, quando sono fatte in casa, sono croccanti fuori e con un cuore morbido dentro. Read more…

totani alla plachaTHE HOUSE OF PAIRINGS | ricetta di Davide Di Corato
Ideale in abbinamento con Il Frappato Valle dell’Acate, servito fresco.

 

Read more…

Pollo al curry e riso thai al gelsomino.jpegApriamo l’anno con lo stesso vino con cui l’abbiamo chiuso, festeggiando così il 2018 con il Cerasuolo di Vittoria che, insieme al Frappato, parlano sempre di Valle dell’Acate.
Il piccante del curry è perfetto per essere ammorbidito dal Nero d’Avola e il piatto sarà avvolto nei profumi del Frappato.
Servite il vino ad una temperatura di 16 gradi e sarete entusiasti dell’abbinamento.

Read more…

timballo di melanzaneChiudiamo l’anno con il piatto più “siciliano” e il vino più “ragusano”: il Cerasuolo di Vittoria DOCG.
Due simboli che racchiudono l’essenza di Valle dell’Acate, del territorio e del legame con la terra, la natura e i suoi tesori. Le melanzane, il pomodoro, la ricotta salata e la terra rossa del Cerasuolo di Vittoria, unione perfetta tra Nero d’Avola e Frappato. Il Cerasuolo di Vittoria, al palato è cremoso, vellutato ma asciutto come il Nero d’Avola del nostro territorio di Valle dell’Acate; al naso sprigiona tutta la fragranza e i profumi del nostro Frappato, il lampone, la salvia, la liquirizia ma soprattutto vi inebrierà un profumo di viola… solo della nostra terra nera con ciottoli bianchi. Il Frappato Valle dell’Acate è infatti riconoscibile ovunque.

Read more…

anatra all'arancia.jpegA questo piatto natalizio non posso che abbinare il nostro Iri da Iri… ecco il mio personale augurio di Buon Natale e di un sereno 2018!

Read more…

costoletta alla milanese, il mio nord, il mio sud.jpegCon questo piatto come non pensare al vino che è una sinfonia d’autunno, il Cerasuolo di Vittoria DOCG. La freschezza del Frappato e la vellutata bocca di Nero d’Avola saranno il matrimonio perfetto per questo piatto milanese DOC che incontra l’unica DOCG siciliana, che brilla per eleganza e non per potenza. Rosso rubino come il colore rosso della terra dei nostri vigneti di Valle dell’Acate.

Read more…

di Chiara Raiola

La città siciliana è stata la decima e ultima tappa del tour di “Panorama d’Italia 2017”. E ha risposto con un sold out a tutti gli eventi che si sono susseguiti per quattro giorni.

Un altro Sud è possibile. È l’auspicio, ma anche il monito di tutti i protagonisti che sono saliti sul palcoscenico di “Panorama d’Italia” a Ragusa nell’ultima tappa del tour 2017.
Un grande successo. Quattro giorni di eventi, tutti sold out, nei quali imprenditori, politici, scrittori, magistrati hanno raccontato una Sicilia che ha l’orgoglio di essere una terra «bellissima fuori», come ha sottolineato il neo presidente della Regione, Nello Musumeci, «ma che deve diventare anche bella dentro attraverso un processo di conversione culturale di tutti noi siciliani. Nessuno si tiri indietro, io ce la metto tutta, ma ho bisogno di ciascuno di voi».
Ed ecco, allora, che gli imprenditori parlano di fare sistema per valorizzare le eccellenze dell’agroalimentare: il settore del seafood con i suoi 500 milioni di fatturato, «è un comparto dalle grandi potenzialità», ha spiegato Dario Cartabellotta, direttore del Dipartimento pesca mediterranea dell’assessorato della Regione Sicilia.
Al Convento dei Cappuccini, nel cuore della Ragusa antica, sono arrivati in tanti a raccontare (e offrire) i prodotti straordinari della lerra e del mare: dai Frantoi Cutrera ad Avimecc, da Valle dell’Acate a Pianeta.

Visualizza l’articolo completo:
PANORAMA

 

filetto al pepe verde.jpegQuesto meraviglioso piatto, che riscalda il nostro inverno, chiede un vino di corpo pieno, ricco ma elegante, che possa far risaltare la cremosità della salsa ma ne pulisca la bocca.
Perfetto il nostro Il Moro – Nero d’avola, espressione del nero d’avola nel ragusano anzi ad Acate, corpo pieno, bocca fresca, con sentori, di frutti rossi e cacao, dalla nostra terra nera, un vino unico che parla di sicilia ma sopratutto di Valle dell’Acate.

Read more…

Piccolo soufflé di uova fresche e… poi liberate la vostra fantasia per arricchirlo! Liberate la fantasia, con un accompagnamento di verdure  a vostra scelta per rendere il piatto più ricco, le  zucchine sono perfette ma anche spinaci saltati o asparagi.
E il vino sarà fresco e sapido, minerale, e quindi Zagra, il nostro grillo è il vino che ben si sposa a questo piatto, dalla terra gialla, un calore e una freschezza tutte siciliane.

Read more…

pane alla tonda iblea.jpgTHE HOUSE OF PAIRINGS | ricetta di Davide Di Corato

Avete voglia di una tapas modello siciliano? Eccovi qua serviti!
E su questa chicca, non possiamo che abbinare il nostro Tenute Ibidini Nero d’Avola, un rosso leggero che mantiene al naso la complessità dei profumi di more e dei piccoli frutti neri del Nero d’Avola e in bocca una fusione tra le spezie di liquirizia e cacao che connotano il nostro Tenuta Ibidini e il sapore deciso delle olive. Tenuta Ibidini Nero d’Avola, che parla ragusano, anzi grazie alla terra gialla da cui proviene, parla Valle dell’Acate, con una freschezza e leggerezza di grande modernità, come sempre mi piace pensare ai miei, antichi e moderni… cosa potrei volere di più!
Read more…

torna su