menu +

News ed eventi recenti


valle dell'acateMangiare verdure fa bene, si sa. L’idea di un minestrone proprio non ci va giù? L’alternativa c’è ed è molto più divertente per la nostra gola. Una torta alle verdure arricchita da una dolcissima crema di carote. Sembra un dessert e invece è un ottima ricetta per un aperitivo, soprattutto se gustata insieme a un rosso servito leggermente fresco come il nostro Frappato D.O.C. Vittoria.

Ingredienti per 4  persone
1 uovo
55 ml di latte
55 ml di olio di semi
80 g di farina
30 g di pecorino grattugiato (o grana o parmigiano)
1/2 cucchiaino di sale
1/2 bustina di lievito istantaneo per torte salate
100 g di verdure (peperoni, zucchine, melanzane)
2 cucchiai di acqua tiepida
pepe qb

Read more…

Sabato Gaetana Jacono a partecipato alla celebrazione dei Cinque Grappoli della Guida Bibenda 2019.
Iri da Iri è stato premiato con l’ambito riconoscimento.

In Sicilia l’estate è melanzana, in tutte le sue forme e gusto. E quindi per la ricetta della settimana più estiva che c’è non posso che riproporvi un cult della cucina siciliana, il timballo di melanzane e il vino più “ragusano”: il Cerasuolo di Vittoria DOCGDue simboli che racchiudono l’essenza di Valle dell’Acate, del territorio e del legame con la terra, la natura e i suoi tesori. Le melanzane, il pomodoro, la ricotta salata e la terra rossa del Cerasuolo di Vittoria, unione perfetta tra Nero d’Avola e Frappato. Il Cerasuolo di Vittoria, al palato è cremoso, vellutato ma asciutto come il Nero d’Avola del nostro territorio di Valle dell’Acate; al naso sprigiona tutta la fragranza e i profumi del nostro Frappato, il lampone, la salvia, la liquirizia ma soprattutto vi inebrierà un profumo di viola… solo della nostra terra nera con ciottoli bianchi.
Il Frappato Valle dell’Acate è infatti riconoscibile ovunque.
D’estate però servite il Cerasuolo di Vittoria DOCG fresco, molto, anche a 14 gradi: sarà ancora più accattivante…

Read more…

[…] Alcolica
Gaetana Jacono è una delle signore del vino più trendy. Ma è anche donna assai legata alla terra che le ha dato i natali (la provincia iblea) e alle sue tradizioni. Da quelle parti (che poi sono quelle di chi scrive) era una pratica comune, in campagna, far colazione con la ricotta calda, il pane “di casa”, le olive e un bicchiere di vino. Un menu contadino che si può ancora gustare, rielaborato e ingentilito, in alcune masserie locali e, su richiesta, anche nella tenuta di Gaetana, Valle dell’Acate. Lei intanto ha creato una linea di vini leggeri, destinata ai millennials ma che si sposa perfettamente a questo breakfast d’altri tempi: si chiama Bellifolli, ed è accompagnata da un foulard di ispirazione barocca firmato dal designer Fabrizio Minardo.

Visualizza l’articolo completo:
GLAMOUR.IT

logo.jpgValle dell’Acate: unica cantina della provincia di Ragusa ad aderire a Cantine Aperte.

Domenica sarà possibile partecipare a laboratori enogastronomici, attività e visite guidate all’interno dell’azienda. Sarà inoltre disponibile anche il cofanetto celebrativo realizzato in occasione del 25° anniversario della manifestazione.

Read more…

Un secondo piatto da servire in abbinamento con Il Frappato.

THE HOUSE OF PAIRINGS | ricetta di Davide Di Corato

Ingredienti per 4 persone
400 gr trippa millefoglie
200 gr funghi pleurotus
200 gr fagioli rossi
4 gamberi rossi di Mazara del Vallo
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 carota
1 gambo di sedano
1 scalogno
1 bicchiere di vino bianco
peperoncino q.b. Read more…

Triplo minestrone
02Feb
2018

Leggerezza nel cibo e leggerezza nel vino, questo l’abbinamento proposto per il triplo minestrone. Come non pensare a Il Frappato, naso di lamponi e more, fiori di viola, in bocca spezie come la salvia… complessi i profumi e una bocca vellutata ma fragante, la siciila che brilla per feschezza . Un vero Smile Wine… bevendolo ti scappa sempre un sorriso.

THE HOUSE OF PAIRINGS | ricetta di Davide Di Corato

Triplo minestrone

Read more…

 

IMG_4376.jpgA questo piatto, che porta con sé i profumi di Modica, il richiamo del mare e una leggerezza tutta siciliana non posso che abbinare la nuova annata di Zagra, grillo. Un vino che ha nella sapidità e mineralità la sua unicità che quest’anno si è unita alla ricchezza e alla cremosità della calda annata 2017. Qualità che si fondono con la vellutata in un armonioso palato. Niente di meglio per una tavola conviviale, con gli amici attorno al tavolo, in una fredda sera di gennaio. Il cuore vi si scalderà e per finire… le scorzette della scorsa settimana e il Moro Limited Edition!

Read more…

E questa volta per finire il pasto, niente di meglio che le mie scorzette d’arance candite (bio, le mie in questo caso) alle quali ho abbinato Il Moro Limited Edition 2015; è un vino che nasce da una vendemmia tardiva delle uve di Nero d’Avola e solo in alcune vendemmie scelte e per questo in Edizione Limitata. È secco, ma vellutato e caldo, con note di cacao amaro e spezie e si fonde in bocca con la morbidezza delle scorze d’arancio che, quando sono fatte in casa, sono croccanti fuori e con un cuore morbido dentro. Read more…

Ideale in abbinamento con Il Frappato Valle dell’Acate, servito fresco.

THE HOUSE OF PAIRINGS | ricetta di Davide Di Corato

totani alla placha

Ingredienti per 4 persone

4 totani, puliti e senza pelle
1 spicchio d’aglio
1 peperoncino fresco
olio extravergine d’oliva
pepe e sale, qb

Pulire e lavare i totani e togliere i tentacoli. Aprire i totani e i tentacoli a libro. Farli marinare per 2 ore insieme a tutti gli altri ingredienti. Mettere sul fuoco una padella in ghisa o in acciaio e portarla ad alta temperatura. Aggiungere i totani e cuocere per 5 minuti. Salare e pepare.
Servire caldo.

torna su