menu +

Comunicati Stampa


COMUNICATO STAMPA

Continua la partnership per lo sviluppo e l’integrazione sociale
in Mozambico attraverso la musica

Music Fund e Milano Musica, in collaborazione con Valle dell’Acate, di nuovo insieme per sostenere “Music Fund Ateliers Mozambique”, una start–up che riunisce i tecnici mozambicani, formati negli anni in Europa, con lo scopo di riparare e mantenere gli strumenti musicali, rivenderli ai musicisti locali, insegnare loro le tecniche apprese contribuendo alla formazione di nuove figure professionali.

Music Fund è l’organizzazione partner di Milano Musica riconosciuta dalla Commissione Europea come “Best Practice in Culture and Development”. Dal 2005 ripara strumenti musicali e li invia in paesi in via di sviluppo e in luoghi di conflitto, assicurandone la manutenzione in loco con appositi workshop, promuovendo laboratori di liuteria, scuole di musica, tirocini e borse di studio.

Gaetana Jacono, titolare dell’azienda vitivinicola siciliana tra le più intraprendenti e di successo ha tenuto fede alle sue passioni e mantenuto la promessa di continuare la virtuosa collaborazione iniziata nel 2016 che si consoliderà ulteriormente con un nuovo progetto.

A dicembre di quest’anno, infatti, 80 strumenti da riparare donati da Classica Musica e da privati insieme ai relativi pezzi di ricambio e materiali di lavoro salperanno per il Mozambico per ritornare a nuova vita: tra questi dieci pianoforti (di cui due a coda), violini, flauti, chitarre e apparecchiature audio.

Sono molto orgogliosa di continuare questo viaggio al fianco di una realtà come Music Fund professionale e seria che vede nella musica lo strumento ideale per lo sviluppo e l’integrazione sociale – commenta Gaetana Jacono, titolare di Valle dell’Acate – Abbiamo intrapreso insieme questa avventura due anni fa con la consegna e donazione di 240 strumenti destinati alle istituzioni mozambicane partner a Maputo: ECA – Escola de Comunicação e Artes de l’Universidade Eduardo Mondlane, ENM – Escola Nacional de Musica, progetto Xiquitsi e Music Crossroads Mozambique. Un impegno che è poi continuato nel 2017 con il restauro di due pregiati strumenti di liuteria italiana (violino Giuseppe Dollenz, Trieste, 1883 circa; violino Giovanni Gerosa, Morbegno, 1934) che sono tornati a suonare grazie al tocco della giovane studentessa Stella Zats che si è esibita in un concerto a dicembre a Milano. Un gesto che ha permesso a giovani studenti di avvicinarsi a strumenti di grande pregio e qualità per esprimere al meglio il proprio talento”.

Con la spedizione di dicembre salgono dunque a 420 gli strumenti donati complessivamente tra il 2011 e il 2016 da Music Fund e Milano Musica in Mozambico con la preziosa collaborazione di Valle dell’Acate e altri importanti sostenitori.

Hanno costituito la base per l’avvio delle attività di formazione professionale, insieme a percorsi formativi in Europa (come gli stage di liuteria a Cremona) e al coinvolgimento di professionisti del settore. Dopo i due atelier per la manutenzione e riparazione di pianoforti e di strumenti a fiato, promossi nel 2013 da Music Fund presso l’Escola Nationalde Musica, sono stati avviati nel 2017 due atelier di riparazione per gli strumenti ad arco presso l’Escola de Comunicação e Artes (ECA) de l’Universidade Eduardo Mondlane e la sede del Progetto Xiquitsi.

I tecnici formati che ad oggi riescono a sostenersi economicamente grazie alle professionalità acquisite sono Anselmo Chissaque (accordatore di pianoforti), Ozias Macoo (riparatore di strumenti ad arco e costruttore di strumenti tradizionali), Patricio Mandeia (riparatore di strumenti ad arco) Gilberto Chissaque (riparatore di chitarre, strumenti a fiato e apprendista tecnico del suono), Jacinto Marrenguele (riparatore di chitarre acustiche ed elettriche) Bernardo Matola (insegnante e riparatore di strumenti a fiato), Julio Maheo (insegnante di musica e tecnico del suono) e Mauricio Zacarias Hehea (tecnico del suono).


torna su