menu +

Dicono di noi


di Chiara Raiola

La città siciliana è stata la decima e ultima tappa del tour di “Panorama d’Italia 2017”. E ha risposto con un sold out a tutti gli eventi che si sono susseguiti per quattro giorni.

Un altro Sud è possibile. È l’auspicio, ma anche il monito di tutti i protagonisti che sono saliti sul palcoscenico di “Panorama d’Italia” a Ragusa nell’ultima tappa del tour 2017.
Un grande successo. Quattro giorni di eventi, tutti sold out, nei quali imprenditori, politici, scrittori, magistrati hanno raccontato una Sicilia che ha l’orgoglio di essere una terra «bellissima fuori», come ha sottolineato il neo presidente della Regione, Nello Musumeci, «ma che deve diventare anche bella dentro attraverso un processo di conversione culturale di tutti noi siciliani. Nessuno si tiri indietro, io ce la metto tutta, ma ho bisogno di ciascuno di voi».
Ed ecco, allora, che gli imprenditori parlano di fare sistema per valorizzare le eccellenze dell’agroalimentare: il settore del seafood con i suoi 500 milioni di fatturato, «è un comparto dalle grandi potenzialità», ha spiegato Dario Cartabellotta, direttore del Dipartimento pesca mediterranea dell’assessorato della Regione Sicilia.
Al Convento dei Cappuccini, nel cuore della Ragusa antica, sono arrivati in tanti a raccontare (e offrire) i prodotti straordinari della lerra e del mare: dai Frantoi Cutrera ad Avimecc, da Valle dell’Acate a Pianeta.

Visualizza l’articolo completo:
PANORAMA

 


Lascia un commento

torna su