menu +

Dicono di noi


Prima volta di un presidente del Consiglio in visita a Vinitaly (ed è il dato “politico” più importante per l’enomondo e in genere agroalimentare italiano di cui il vino è pilastro), che per giunta oltre a riconoscere ed elogiare, incoraggia, e disegna un orizzonte di forte crescita, a partire dal già fiorente export, in prospettiva 2020. Aumento degli operatori del 6%, con un totale di 155.000 presenze…

Visualizza l’articolo completo:


torna su