menu +

Dicono di noi


Monovitigno o doc di territorio? Il dibattito è aperto ma una cosa è sicura, le seconde non sono esportabili come ben sanno i francesi mentre le uve sono sempre in viaggio da quando l’uomo ha imparato a coltivarle. Al Cerasuolo di Vittoria il riconoscimento docg ha fatto bene, ma soprattutto gli ha giovato essere stato guardato dall’alto in basso nei “fantastici” anni ’90 quando il rosso doveva somigliare a un tortino al cioccolato con rimandi di vaniglia, compresa la consistenza…

Visualizza l’articolo completo:


torna su